Boeri e Pisapia… ma fate la pace!

Giuliano Pisapia e Stefano Boeri

Non può essere solo una diversità politica. I no del sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, all’architetto Stefano Boeri, ex assessore alla Cultura della giunta di centrosinistra, sono incomprensibili ai più.
Nelle sedi di partito, nei giornali, nei salotti arancioni, anche quando fai quattro chiacchiere al bar davanti a un caffè, esce sempre la battuta: ma che cosa ha fatto Boeri a Pisapia? Subito dopo segue sempre un lungo e interrogativo “boh”.
Ma come si fa – è uno dei ragionamenti ricorrenti – a mandare a casa un architetto conosciuto in tutto il mondo. Che tiene conferenze nelle più importanti città europee come a Shangai e Dubai.
Come si fa, Pisapia? Come assessore Boeri ha progettato BookCity e Il Museo dei bambini alla Rotonda della Besana. Ha organizzato mostre di successo… Davvero, come si fa?
Il Giornale Metropolitano non conosce i segreti rivoli di potere che determinano il presidente della Triennale. Ma come si fa, caro Sindaco, a non pensare a Stefano Boeri o a Carlo Ratti, professionisti con affaccio sul mondo, professionisti nel loro lavoro e del sapere. Certo, non facili a mediazioni ma stiamo parlando della Triennale.
Invece il duello in atto per la presidenza è riservato al costruttore Claudio De Albertis e al rettore del Politecnico Giovanni Azzone. Il primo ha già dato e bene perché ha saputo anche tenere i conti in ordine; l’altro, anche se si può considerare una scelta valida, è impegnatissimo con il Politecnico. Prima della nomina di Azzone l’arbitro della partita è stato Pisapia che, secondo il Giornale Metropolitano, avrebbe potuto rimettere in gioco il suo Stefano Boeri riconoscendo qualità nelle scelte politiche. Invece no. Ancora no.
Non vediamo, noi del Giornale Metropolitano, motivi politici a questi no. Se fossero motivi politici potremmo proporre un incontro Pisapia-Boeri, nel tentativo di non disperdere le risorse umane di Milano. Quindi, siamo costretti a tornare alla domanda iniziale: ma che cosa ha fatto Boeri a Pisapia?

Vasco Perez

*

*

Su